Menu

Call of Duty: World at War – ripercorriamo la Seconda Guerra Mondiale

Chi come me è appassionato di giochi di guerra ed in particolare di quelli ambientati nella Seconda Guerra Mondiale non può non appassionarsi a Call of Duty: World at War. Rilasciato nel 2008 sia per PC che per le principali consolle risulta ancora fra i titoli più appassionanti nel suo genere. Purtroppo con l’avvento di Call of Duty 4: Modern Warfare nel 2009 gli sparatutto ambientati nella Seconda Guerra Mondiale sono andati sparendo dal mercato e sostituiti da sparatutto con ambientazioni moderne, spesso fantascientifiche, ma che permettono al giocatore di utilizzare armi più potenti e moderne.

Sparatutto Seconda Guerra Mondiale

Non sono il solo a dire che World at War è il miglior titolo del suo genere o almeno uno dei migliori. Nel gioco vengono ricostruite due avventure, quelle soldato Miller che con i Marine degli Stati Uniti dovrà vedersela nelle battaglie del Pacifico contro i Giapponesi e quella del soldato Dimitri Petrenko dell’Armata Rossa che dovrà arrivare fino a Berlino.

Tante le missioni dove fra l’altro dovremo anche guidare carri armati T-34/85 e sparare da mitragliatrici a bordo di aerei (idrovolanti PBY Catalina). Aldilà delle caratteristiche tecniche del gioco sul quale ad oggi si sono già spese tante parole vorrei soffermarmi sulla ricostruzione storica del gioco, tante infatti le missioni che ripropongono fin nei minimi dettagli le battaglie e gli avvenimenti reali, come l’ assalto alla spiaggia bianca di Peleliu o quando ci ritroveremo a sfondare le difese di Berlino, fino ad issare la bandiera dell’Armata Rossa sul quartier generale del Terzo Reich. Tra una missione ed un’altra potremo  vedere dei filmati storici molto interessanti che ci immergeranno completamente in quello che è stato uno dei conflitti più sanguinosi della storia dell’umanità.

Insomma anche se non mancano alcune inesattezze storiche su alcune munizioni o armi il gioco è una pietra miliare per tutti coloro che amano i giochi di guerra ambientati nella Seconda Guerra Mondiale.

Ovviamente non mancano le modalità multigiocatore e come di moda una modalità denominata “Nazi Zombies” dove all’interno di una mappa dovremo respingere ondate di Zombies. Inutile dirvi che personalmente la modalità Zombies non mi piace, se proprio vogliamo qualcosa di interessante contro gli Zombies esistono altri titoli molto migliori. Vi lascio con un nostro video con alcuni momenti delle battaglie.

Call of Duty: World at War – ripercorriamo la Seconda Guerra Mondiale ultima modifica: 2015-12-16T12:15:56+00:00 da muvadi

No comments

Lascia un commento

Ripudiamo la guerra!

Gli autori del sito ripudiano fermamente la guerra e qualsiasi forma di violenza!
Iscriviti e ricevi gratis le news sui giochi di guerra direttamente nella tua mail!

Video della settimana