Menu

Tom Clancy’s Ghost Recon multiplayer offline

Tom Clancy, quando si parla di prodotti videoludici, è garanzia di qualità.  Ghost Recon, è uno sparatutto su rotaia che, per chi non lo sapesse, consiste nell’eliminare gli obiettivi designati, utilizzando la propria arma da fuoco ed essendo allo stesso tempo ancorati in determinati spazi di gioco, proprio come se ci si trovasse su dei binari.

In questo caso quindi, i soldati avversari non potranno mai avvicinarsi a noi oltre un certo limite e viceversa. Non significa ovviamente che non potranno ucciderci essendo dotati anche loro di armi da fuoco. Precisione, riflessi e velocità, queste sono le carte vincenti da schierare in questo capitolo riconvertito per Nintendo Wii, targato Clancy.

Trattandosi di un punta e spara purtroppo, non include niente di innovativo. Durante il gioco cambieranno soltanto gli scenari, che rappresenteranno anche elementi di riparo durante gli scontri.

Tom Clancy’s Ghost Recon, è ambientato in un ipotetico futuro nel quale il pianeta sta per essere coinvolto in un terzo conflitto mondiale. I rivoltosi russi, occupando Mosca, vogliono rifondarne il vecchio impero, per far ciò dovranno ovviamente attaccare i territori confinanti ed espandersi. Per sventare i loro piani, viene mandata la Compagnia D, il primo battaglione del quinto gruppo delle Forze Speciali statunitensi. Perché proprio loro? Rappresentano l’elite militare. Con severi addestramenti alle spalle, ed equipaggiati con le tecnologie più avanzate, sono soldati che si fanno chiamare i “Fantasmi” per la velocità con la quale colpiscono: nell’ombra e senza che nessuno se ne accorga.

multiplayer offline

Le missioni della campagna sono composte da più fasi, ognuna delle quali può essere superata di volta in volta, uccidendo tutti i nemici di una determinata zona, per avanzare alla fascia di territorio successiva.

Presente la tradizionale modalità Arcade nella quale scegliere a proprio piacimento, le missioni in cui ci si vuole cimentare nuovamente.

Anche multiplayer offline

Da annoverare la presenza di un multiplayer offline per due giocatori che dovranno necessariamente essere nella stessa fazione.

Per ciò che riguarda l’estetica. La grafica è grossolana e curata a malapena nel risultato di panoramiche con paesaggi grezzi e soldati nemici ripetuti a profusione, con stesse movenze, anche in contemporanea tra loro, differenziati solo dal punto in cui sono stati situati.

Il comparto sonoro è invece degno di nota, così come tutti i titoli delle serie di Tom Clancy. Le colonne sonore sono azzeccate, riuscendo perfettamente nell’intento di immergere il giocatore nell’esperienza di gioco. Il doppiaggio italiano, seppur ben curato, presenta molte ripetizioni che a lungo andare risultano pesanti.

Tom Clancy’s Ghost Recon multiplayer offline ultima modifica: 2013-10-15T13:41:59+00:00 da muvadi

No comments

Lascia un commento

Ripudiamo la guerra!

Gli autori del sito ripudiano fermamente la guerra e qualsiasi forma di violenza!
Iscriviti e ricevi gratis le news sui giochi di guerra direttamente nella tua mail!

Video della settimana